<"Punti di Vista" , i nostri punti di vista> , 02.02.2002

 

 

Ma perchè sposarsi?

 

Da un dispaccio dell'agenzia ANSA del 14 gennaio 2002, siamo venuti a conoscenza dell'aumento delle separazioni negli ultimi 20 anni; secondo i dati ottenuti da una ricerca dell'Istat -Istituto Centrale di Statistica Italiana- le regioni con maggior incidenza di divorzi sono la Valle d'Aosta ed il Molise.

Di Scheila, Amairin, Deisy



Mentre in Molise, le cause dell'aumento delle separazioni possono essere addebitate al basso livello di reddito pro capite, dovuto alla mancanza di posti di lavoro e al basso livello di sviluppo economico (sappiamo che senza sviluppo economico non c'è sviluppo sociale), in Valle d'Aosta, invece, la crescita percentuale dei divorzi è in aumento per altre ragioni. Secondo i dati dell'Istituto di Statistica Italiana, questa regione ha la maggiore incidenza di divorzi in quasi tutt'Italia.
I motivi, ironicamente, sono opposti a quelli del Molise, cioè la Valle d'Aosta è una delle regioni più ricche d'Italia. Si può pensare che le persone arrivano al matrimonio per ragioni poco

logiche come per esempio adeguarsi al conformismo sociale, mentre ciò che realmente vogliono è
conservare la libertà e l'indipendenza. Infatti, le giovani coppie valdostane avrebbero le possibilità economiche per portare avanti il loro matrimonio. Per concludere, sembra proprio che il matrimonio sia un serio ostacolo alla conservazione dell'independenza, che evidentemente è un valore molto apprezzato in Val d'Aosta.
In ogni modo, dato che la scelta è un fatto personale, anche se dev'essere responsabile, non ci resta altro da fare che constatare come vanno le cose.