<indietro

Chi ha piantato gli ultimi alberi dell'Ávila?

Per lungo tempo incendi, incuria e sfruttamento non pianificato hanno minacciato l'integrità di uno dei parchi urbani più grandi, più belli e più ricchi di biodiversità (vedi "La leggeda del conte Mestiatti"). Da qualche anno, durante la stagione secca, viene proibito l'accesso al parco e questa misura preventiva, unitamente alle costanti riforestazini che vengono intraprese poco prima dell'inizio della stagione delle piogge, stanno proteggendo un ambiente unico.

Nelle foto seguenti si possono vedere gli studenti dell' Universidad Catolica Andeés Bello impegnati in una delle numerose operazioni di rimboschimento portate a termine dai guardaboschi coadiuvati da entusiasti volontari.

<indietro